ecoenrico

WWF lancia “L’ora della Terra”, l’agorà globale per il clima

In Green Economy, Nuove Soluzioni on 3 marzo 2011 at 13:17

[2 marzo 2011]

È stata lanciata oggi, a livello mondiale e anche in Italia, la piattaforma globale dell’Ora della Terra WWF, un vero mosaico interattivo per il clima, già tradotto in 11 lingue, attraverso cui individui, istituzioni, organizzazioni e imprese da tutto il mondo possono raccontare le azioni concrete che intendono intraprendere per fare la propria parte e dare al mondo un futuro più sostenibile.

Si apre così ufficialmente la nuova fase dell’Ora della Terra, l’evento mondiale del WWF per il clima che il 26 marzo alle 20.30 spegnerà monumenti e luoghi simbolo in ogni angolo del pianeta e che quest’anno chiede a tutti di andare “oltre l’ora”, impegnandosi a trasformare la propria vita ogni giorno alimentando il cambiamento che non solo ci aiuterà a vincere la sfida dei cambiamenti climatici, ma contribuirà a dare al mondo equilibrio e benessere.

“Il futuro eco-friendly – ha detto Mariagrazia Midulla, responsabile Clima ed Energia del WWF Italia – è un’azione concreta che può iniziare subito. Mentre i Governi discutono sull’accordo globale e sulle regole comuni per vincere la sfida dei cambiamenti climatici, nelle case, nei negozi, uffici, scuole, imprese e perfino per le strade, le azioni quotidiane di centinaia di milioni di persone, sommate insieme, possono avviare il cambiamento che garantirà al mondo nuovo equilibrio ambientale, economico e sociale. Un amministratore delegato può cambiare un’impresa, un bambino di 7 anni può cambiare la sua classe, un presidente può cambiare il suo Paese. Ogni singola azione, piccola o grande che sia, sommata a centinaia di milioni di altre, può davvero cambiare il mondo.”

Per raccontare a tutti che vivere verde è facile, possibile e può migliorare la qualità delle nostre vite, dopo il testimonial Marco Mengoni, è scesa in campo anche la giornalista e deejay Paola Maugeri, che nei mesi scorsi ha intrapreso una vita “a impatto zero” insieme a tutta la famiglia, e nel suo video messaggio per l’Ora della Terra invita a dedicare “un piccolo gesto della tua quotidianità per contribuire veramente a un futuro più sostenibile… Perché tutti viviamo su questo meraviglioso pianeta Terra ed è l’unico che abbiamo.”

Mentre sul fronte della green-economy le imprese che lavorano con il WWF dimostrano che la sostenibilità è una strada non solo percorribile ma anche proficua. Il gruppo Sofidel (marchio Regina), per esempio, ha investito in tre anni circa 16 milioni di euro per ridurre del 26% entro il 2020 le proprie emissioni di CO2 rispetto al 2007. UniCredit ha avviato un programma di riduzione delle emissioni dirette, lavorando con uffici e dipendenti per l’obiettivo -30% entro il 2020, e delle emissioni finanziate, orientando gli investimenti verso ambiti a basso contenuto di carbonio. In quindici anni Electrolux ha ridotto i consumi di acqua del 30%, di energia del 25% e i rifiuti del 45%, con l’obiettivo al 2012 di ridurre un ulteriore 15% i consumi di elettricità, acqua e gas.

I 117 metri quadri di pannelli fotovoltaici installati sulla sede italiana di Epson (che a livello mondiale investe in sostenibilità 5 milioni di euro) riducono di circa 9 tonnellate le emissioni di CO2  equivalente, pari a una diminuzione dell’impatto ambientale del 20%. Mentre Auchan ha anticipato di due anni il divieto dei sacchetti di plastica evitando la diffusione di 30 milioni di shopper grandi in polietilene e 180 milioni di sacchetti piccoli, ha ridotto i consumi energetici del 5% e quelli idrici dell’11%, e con il reparto “Self Discount”, ha portato al risparmio di 3.500.000 confezioni (nel 2010 sono stati risparmiati 400 quintali di plastica, 570 quintali di carta e 6,80 quintali di alluminio).

Ma la piattaforma globale del WWF è una vera miniera di ispirazione per tutti i livelli della società e al termine dell’evento andrà a costituire la prima, grande enciclopedia di azioni green da tutto il mondo. Tra le 1.000 azioni già raccolte in poche settimane di sperimentazione, ci sono azioni individuali, come la star cinese Li Bingbing che diventerà vegetariana 100 giorni l’anno o la quindicenne australiana che ha convinto la sua scuola a distribuire bottiglie riutilizzabili per l’acqua; impegni istituzionali, come il Governo del Nepal che fermerà il taglio di alberi in un’importante area forestale o il sindaco di Sidney che farà costruire 6 nuove piste ciclabili; e dal mondo delle imprese, come l’industria casearia mongola Mengniu Dairy che raddoppierà i cartoni di latte riciclati migliorando la propria certificazione FSC o l’Holiday Inn Atrium di Singapore che metterà lampadine a LED in tutte le stanze.

Da oggi anche in Italia tutti, a livello individuale o per conto della propria organizzazione, istituzione e impresa, potranno aggiungere il proprio tassello alla piattaforma globale e diventare parte attiva della comunità dell’Ora della Terra, che nel giro di pochi anni è riuscita a coinvolgere un miliardo di persone in tutto il mondo (strumenti utili per capire quanta Co2 emettiamo con i nostri comportamenti quotidiani sono su www.improntawwf.it). E per chi ha già avviato la sua “svolta sostenibile” e vuole mostrare come, da domani l’iniziativa WWF-Repubblica.it “Ciak! Si gira la tua azione per il pianeta”. Tutti i lettori sono invitati a raccontare la propria azione green in un video di massimo 2 minuti. I video più divertenti, le idee più creative, le soluzioni più efficaci verranno pubblicati online e riceveranno la maglietta dell’Ora della Terra.

I PATROCINI

L’Ora della Terra 2011 ha ricevuto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del Ministero dello Sviluppo Economico, dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI), dell’Unione Province d’Italia (UPI), dell’Associazione Comuni Virtuosi, del Coordinamento Agende 21 Italiane. Ha già aderito anche l’Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani (AGESCI).

LE ADESIONI DAL MONDO DELLE IMPRESE

Tra le imprese, partecipano all’evento Electrolux, Epson, Epson Meteo, Sofidel, UniCredit, Terna, Costa Crociere, Dodo, Auchan, Berendsohn Italiana, Coca-Cola HBC Italia, Sony Italia e Tetra Pak Italia con iniziative di spegnimento simbolico delle luci e attività di sensibilizzazione e attivazione dei propri dipendenti, anche attraverso la distribuzione delle candele dell’iniziativa.

IL 9 MARZO: APPUNTAMENTO CON GUNTER PAULI E LA BLUE ECONOMY

Nell’ambito delle iniziative per l’Ora della Terra, il 9 marzo a Roma appuntamento con Gunter Pauli, economista e imprenditore, ispiratore delle azioni a impatto zero e autore di Blue Economy (ed. italiana a cura del WWF), che per la “Peccei Lecture” racconterà al pubblico come balene, libellule, zebre, pomodori e tante altre specie possono insegnare alla tecnologia e all’industria ad essere non solo più sostenibili, ma anche più produttive sotto il profilo economico.

Da: magazine.quotidiano.net

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: