ecoenrico

Da Villeggiatura a Turismo Ecosostenibile

In EcoTurismo on 26 febbraio 2011 at 02:33

[25 febbraio 2011]

Turismo Ecosostenibile ed Ecoturismo

Il boom del turismo in Italia risale agli anni ’60, quando la vacanza si chiamava villeggiatura e durava anche un mese o addirittura tutta l’estate.
Negli anni ’70 i giovani hanno scoperto il viaggio all’estero e nei decenni successivi è diventa di moda la vacanza esotica.

Ora gli italiani stanno riscoprendo il loro Paese, e vanno alla ricerca di mete di nicchia. L’evoluzione del turismo in Italia è passato attraverso alcune tappe che lo hanno modificato profondamente. Se nel 1861 per prenotare un viaggio si doveva inviare una lettera  ed attendere la risposta, ora bastano pochi minuti e un clic con il mouse.

E’ evidente che la prima vera rivoluzione dopo 150 anni è stata la tendenza a prenotarsi il viaggio da soli via Internet da quel momento il turista non è più stato una categoria catalogabile, analizzabile come gruppo, ma è diventato un’entità singola, quindi difficile da gestire, da studiare e sul quale elaborare previsioni e quindi strategie di mercato.

La Bit, Borsa Internazionale del Turismo tenutasi a Milano lo scorso weekend, ha voluto riflettere su desideri e aspettative dei viaggiatori del Terzo Millennio e fare il punto su come è cambiato il concetto di turismo con il passare del tempo. Tra i tanti aspetti analizzati, una tematica di crescente importanza non solo come settore di notevole potenzialità per lo sviluppo economico, ma anche come potente strumento per la conservazione dell’ambiente naturale (a condizione che esso venga adeguatamente gestito) è stata sicuramente l’ecoturismo.

Inizialmente il termine ecoturismo era usato in senso stretto per intendere il turismo sostenibile ed in senso ampio il turismo responsabile, ossia il rispetto della cultura e della società locale. In seguito si è scelto di adottare la definizione allargata: l’ecoturismo deve saper coniugare il rispetto dell’ambiente, della cultura e della società del luogo, lo sviluppo economico locale e la soddisfazione del turista.

Insomma il turismo deve essere in armonia con l’ambiente. Ne è convinta la stragrande maggioranza dei nostri connazionali, tanto che in molti sono disposti a spendere qualcosa in più pur di soggiornare in una struttura all’insegna della sostenibilità.

La priorità è quindi conciliare la domanda dei turisti circa la fruizione delle risorse naturali, sociali, etiche e culturali, garantendone nel contempo l’integrità e accrescendone le potenzialità per il futuro.

E’ assodato che la sostenibilità della vacanza è considerata una necessità dall’83% degli italiani Il 65% è preoccupato dai danni che si possono procurare all’ambiente con un turismo malgestito, una percentuale che tra i giovani sale oltre l’80%. Lo sostiene il primo rapporto “Turismo sostenibile ed ecoturismo”, presentato proprio alla Bit.  Sono milioni gli italiani e gli stranieri interessati al turismo sostenibile e all’ecoturismo e anche nel turismo la “green economy” è la vera opportunità contro la crisi economica. Dal rapporto emerge, infatti, che il 56% degli italiani è disposto a pagare di più per la sostenibilità delle strutture alberghiere.

Un altro aspetto che caratterizza le aspettative dei turisti è quello enogastronomico che, secondo un’analisi di Coldiretti, si conferma il vero motore della vacanza italiana, l’unico segmento in costante e continua crescita nel panorama dell’offerta turistica nazionale con il raddoppio dei viaggi nel corso del 2010. In base ai dati dell’Osservatorio nazionale del Turismo, sono raddoppiati gli italiani che hanno fatto le vacanze in Italia per motivi enogastronomici nel 2010.

L’Italia è l’unico Paese al mondo che può contare anche sulla leadership europea nella produzione biologica e nell’offerta di prodotti tipici con ben 221 denominazioni di origine riconosciute a livello comunitario e 4.511 specialità tradizionali censite dalle regioni.

Da: ostunihotelblog.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: