ecoenrico

A Pisa parte il progetto e-mobility

In Mobilità Sostenibile on 16 febbraio 2011 at 02:22

[ 4 novembre 2010 ] Mobilità sostenibile

Pisa, prima città in Italia, aderisce al progetto e-mobility Italy

FIRENZE. La città delle torre pendente punta sulla mobilità elettrica e, prima città in Italia, lancia ufficialmente il progetto e-mobility Italy. Oggi il sindaco Marco Filippeschi ha consegnato le prime quattro Smart electric drive ai clienti selezionati nell’ambito del progetto per lo sviluppo della mobilità elettrica che Enel e Smart promuovono a Roma, Milano e Pisa. Inoltre, contemporaneamente, sono state attivate presso il domicilio di ogni electric driver, le infrastrutture per la ricarica privata realizzate da Enel. «Abbiamo aderito a questa sperimentazione- ha dichiarato il sindaco Filippeschi- perché Pisa è una città che scommette sul futuro e quella elettrica è, senza dubbio, la mobilità su strada del domani. Le stime di Enel, al riguardo, sono emblematiche: se il 15% delle auto che circolano nella nostra provincia fossero elettriche si risparmierebbero 45mila tonnellate l’anno di CO2, il gas ritenuto responsabile dei cambiamenti climatici, oltre ad una sostanziale riduzione dell’inquinamento acustico e dell’emissione di altre sostanze nocive. L’argomento ci è sembrato decisamente più che convincente per accettare anche la sperimentazione proposta da Enel e Mercedes, che stamani entra nel sua fase operativa». Con e-mobility Italy, Smart ed Enel hanno creato il più grande progetto mondiale congiunto per la mobilità elettrica. Nell’ambito di questo progetto, Daimler fornirà oltre 100 vetture elettriche a clienti a Roma, Pisa e Milano, e si farà carico della loro manutenzione.

Enel sarà responsabile dello sviluppo, della creazione e del funzionamento dell’infrastruttura con 400 punti di ricarica dedicati, oltre al sistema di controllo centrale. Complessivamente, il consumo di energia, pari a 750 mila kWh, delle 100 smart per i 4 anni di durata del progetto, eviterà l’emissione in atmosfera di 600 t. di CO2 che per essere assorbite hanno bisogno di un’area verde di 770 mila metri quadrati.

Le smart fortwo electric drive sono disponibili ad un canone mensile di € 400 + Iva, che comprende noleggio, manutenzione ordinaria, vettura sostitutiva e garanzia per la durata del progetto di 48 mesi e, grazie alla collaborazione di Fondazione Iteralia ed Ugf assicurazioni di Unipol gruppo finanziario, anche un pacchetto assicurativo comprensivo di Rca e incendio e furto. Le vetture sono equipaggiate con motore elettrico da 30 kW (41 CV), e l’innovativa batteria agli ioni di litio con capacità di 17kWh, per una percorrenza di 135 km. La velocità massima, adeguata all’utilizzo urbano e su strade a scorrimento veloce, è di 100 km/h. Con 25 Euro al mese, Iva e imposte comprese, gli automobilisti faranno il pieno di elettricità senza alcun limite presso tutte le infrastrutture Enel, sia a casa che in luogo pubblico. A tal proposito a Pisa sono state anche inaugurate ed attivate le prime colonnine pubbliche, che consentiranno di ricaricare agevolmente i veicoli elettrici in spazi riservati di sosta dislocati in tutto il territorio cittadino.

Vista l’offerta sono stati oltre 2.200 i candidati alla guida delle prime 100 smart elettriche che si sono registrati su http://www.e-mobilityitaly.it. Dopo Pisa, anche i cittadini di Roma e Milano, rispettivamente il 10 novembre ed il 2 dicembre, riceveranno i loro mezzi elettrici per dare il via alla sperimentazione.

Tutti i dettagli del progetto: www.e-mobilityitaly.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: